Climar 2 | Asssistenza caldaie Immergas | Depurazione acqua domestica
Proprio l'acqua che non vorremmo bere è in realtà quella di cui ci alimentiamo maggiormente. Cosa fare per migliorare la qualità dell'acqua che sgorga dal rubinetto di casa nostra? E' sufficiente far bollire l'acqua per ritenerla batteriologicamente pulita? Quali sono i vantaggi di un buon impianto di "depurazione" dell'acqua? Come avviene l'installazione di un impianto per "depurare" l'acqua? Di seguito la mia risposta a queste e altre domande... 

In realtà ingeriamo una gran quantità di acqua senza pensarci ogni volta che usiamo del ghiaccio, cuciniamo o laviamo con l'acqua di rubinetto, alimenti che poi mangeremo. I motivi per cui la maggioranza delle persone non beve l'acqua di casa sono diversi:

  • l'acqua ha un cattivo sapore 
  • l'acqua ha un odore sgradevole
  • l'acqua è torbida o giallastra

In sostanza l'acqua che arriva dal sistema di distribuzione del proprio comune è generalmente quella più pulita che si possa avere, basterebbe filtrarla in modo corretto per poter essere tranquilli e consumarla serenamente come alimento.

A volte potremmo erroneamente pensare che bollendo l'acqua la si depuri da tutte quelle sostanze più o meno nocive e inquinanti in essa contenute. In realtà si rischia di ottenere proprio l'effetto contrario, le impurità hanno di solito un peso specifico superiore rispetto alle molecole dell'acqua. 

E' vero che facendo bollire l'acqua si possono uccidere eventuali micro organismi in essa contenuti, ma le varie impurità si "concentrano" aumentando proporzionalmente con il diminuire dell'acqua a motivo dell'evaporazione. 

Prima di arrivare nelle nostre abitazioni, durante il suo percorso, l'acqua viene "sanificata" con biossido di cloro, sostanza che a contatto con l'ossigeno viene eliminata; quindi per "alleggerire" l'acqua dalla presenza del cloro è sufficiente lasciarla decantare in una brocca o in un bicchiere.

Proprio a motivo del fatto che prima di arrivare nelle nostre case, l'acqua compie un lungo viaggio nel suo percorso cambiando continuamente habitat, può contaminarsi con elementi sia fisici che chimici che contribuiscono ad alterarne la composizione e di conseguenza anche la qualità. Per questo è molto importante depurarla in modo da poterla utilizzare senza alcun pericolo per la nostra salute.

Come depurare l'acqua? Il tecnico consiglia..

La scelta del depuratore da installare sotto il lavello di casa, può orientarsi su 2 tipologie di "purificatori": uno ad osmosi inversa e uno a microfiltrazione.

La microfiltrazione dell'acqua garantisce l'assenza di microorganismi nocivi senza alterare la composizione dei sali minerali in essa contenuti.

Con l'osmosi inversa è possibile anche regolare la composizione dei sali minerali contenuti nell'acqua ed eliminare la quasi totalità dei metalli pesanti come il nichel e il piombo; ed eliminare anche i nitrati dovuti ai sistemi chimici dei fertilizzanti usati in agricoltura. 

L'osmosi inversa è il sistema migliore e più diffuso in commercio, anche se inizialmente è stato un sistema di filtrazione studiato per uso scientifico, oggi ha raggiunto una sempre più ampia applicazione nell'uso domestico.

Anche se con un buon impianto ad osmosi inversa si può arrivare a togliere fino al 100% delle eventuali sostanze inquinanti, tramite un pre-filtro e una buona regolazione elettronica, i migliori depuratori permettono di regolare il residuo fisso senza togliere tutti i sali minerali presenti nell'acqua. 

Come si installa un "depuratore" per l'acqua?

Grazie alla sempre più moderna tecnologia, gli allacciamenti e i collegamenti di un impianto ad osmosi inversa o microfiltrazione, sono estremamente semplici e veloci.

Non essendoci la necessità di effettuare complesse modifiche alla cucina, le installazioni di questi impianti per "depurare" l'acqua, non sono invadenti. Generalmente viene semplicemente aggiunto un rubinetto sul lavello già esistente, dal quale far erogare l'acqua filtrata e pulita!
L'installazione di un "depuratore" dell'acqua in cucina consiste nel montare un sistema di filtrazione sotto il lavello, nascondendo così sia la macchina che i collegamenti, lasciando inalterati gli allacciamenti originali alla rete idrica.  

Considerando la gran quantità di rubinetti disponibili sul mercato e la relativa differenza di costi, diventa fondamentale scegliere il rubinetto adeguato all'impianto.

Un fattore importante da considerare è sicuramente la qualità del materiale con cui è stato realizzato; inutile sarebbe installare un impianto di "depurazione dell'acqua" con un rubinetto di scarsa qualità, facilmente deteriorabile nel tempo.

L'installazione prevede la possibilità di sostituire il rubinetto già esistente sul lavello con uno a 3 vie (a sinistra) che consenta la possibilità di scegliere se erogare l'acqua fredda direttamente dell'acquedotto o l'acqua filtrata dal "depuratore". In alternativa si può montare un rubinetto supplementare a quello già esistente (a destra) nell'angolo del lavello dal quale far uscire solo acqua filtrata.

Come installare un "depuratore dell'acqua" frigo-gasatore?

Un'altra possibilità è quella di acquistare un erogatore frigo-gasatore da posizionare sopra il piano lavoro della cucina. Questi refrigeratori gasatori si sono dimostrati un'ottima alternativa che permette di risparmiare lo spazio occupato dalle bottiglie di acqua gasata sia in frigorifero che nella dispensa.

L'installazione di un "depuratore" per l'acqua frigo-gasatore avviene in modo davvero rapido e semplice. Basta posizionare la macchina erogatrice sul piano della cucina e nella parte "invisibile" sotto il lavello, la bombola CO2 con il kit di filtrazione per l'acqua.
Questi moderni elettrodomestici, oltre a rifornire sempre l'acqua gasata e fredda a costi limitati e vantaggiosi, grazie al loro design ricercato, rendono un'ottimo effetto visivo e di arredamento valorizzando la cucina in cui vengono installati. 

Perchè chiedere al TECNICO?

In ultima analisi, si deve anche ricordare che con l'ampia offerta proposta dalla grande distribuzione e dalle varie iniziative commerciali volte generalmente a raggiungere un'alto livello di vendita; è difficile distinguere quali articoli valgono effettivamente l'importo richiesto per l'acquisto.

Potersi rivolgere direttamente ad un tecnico, specializzato e competente, che conosca sia i prodotti che le varie possibilità esistenti offerte sul mercato, vi permetterà di fare non solo l'acquisto più vantaggioso, ma anche l'acquisto migliore per le vostre esigenze.

Richiedete ulteriori informazioni e il vostro preventivo gratuito, senza impegno, telefonando al numero:  030 2593 753.