Climar 2 | Asssistenza caldaie Immergas | Depurazione acqua domestica
Teleriscaldamento ed ecologia a Brescia e provincia
Il teleriscaldamento a Brescia è considerato un'ottima tecnologia a sostegno dell'ecologia nel ridurre il grado di inquinamento della città. A parità di produzione di calore è stato detto che una centrale di teleriscaldamento, a motivo delle caratteristiche con cui è stata realizzata e dei continui e regolari controlli, produce un'emissione di inquinanti inferiori all'equivalente delle singole caldaie necessarie per la stessa produzione di riscaldamento.

I controlli riservati regolarmente, per una buona gestione di una centrale di teleriscaldamento, sono generalmente più rigidi e frequenti di quelli riservati agli impianti condominiali e alle singole utenze. 

L'obbiettivo di una buona centrale di cogenerazione, in parte alimentata anche con biomasse vegetali di scarto, è quello di produrre teleriscaldamento riducendo sia i consumi, sfruttando al meglio le proprie risorse, ma anche quello di ridurre l'inquinamento locale sfruttando al meglio le proprie risorse.

Ecco perchè è stato definito un sistema ecosostenibile di produzione di calore. Lo stesso protocollo di Kyoto lo ha riconosciuto come uno dei migliori sistemi ecologici mondiale per la produzione di energia termica che elettrica. 

I vantaggi del "Teleriscaldamento"

Sfruttando le risorse rinnovabili e non riciclabili, con il teleriscaldamento è possibile riportare ad alte temperature l'acqua necessaria che deve essere convogliata, anche sotto forma di vapore, nelle tubature e condutture che giungeranno fino alle singole abitazioni, uffici, aziende e scuole. Con delle tubature di mandata si "trasporta" l'acqua calda della rete emessa dalla centrale di cogenerazione fino ad uno scambiatore di calore, anche chiamato sottostazione, alloggiato presso le singole utenze. 

Per questo tipo di servizio vengono utilizzate tubature considerate speciali, generalmente più grandi e meglio isolate di quelle tradizionali, per garantire la minor dispersione di calore. A seconda della temperatura emessa dalla centrale di cogenerazione, i tubi utilizzati per diffondere il teleriscaldamento possono trasportare acqua ad alta temperatura. [ la temperatura dell'acqua può variare da 80° a 120°].

Oltre a ridurre le emissioni inquinanti delle singole caldaie nell'atmosfera, con un buon impianto di teleriscaldamento, quindi in assenza di combustione senza una caldaia tradizionale, si riduce anche notevolmente il pericolo di incendio nelle proprie abitazioni. (= Risparmio; minor inquinamento e maggior sicurezza)

Con il teleriscaldamento è possibile produrre energia termica ed elettrica con un impatto ambientale significativamente inferiore agli impianti tradizionali, contribuendo notevolmente a migliorare la qualità dell'aria sia nella città di Brescia che nelle aree rurali limitrofe.

Sempre una maggiore attenzione viene rivolta ai progetti secondo criteri sostenibili sia a Brescia che in provincia. Una scelta oculata e attenta, anche per l'impianto di riscaldamento in fase di progettazione, permette di contribuire a ridurre al minimo i consumi, la spesa, e l'inquinamento a beneficio di tutti i cittadini.

Questi risultati si ottengono anche grazie ad una gestione eco-sostenibile sia dei rifiuti urbani che delle biomasse, offrendo così la possibilità di contribuire attivamente alla tutela ambientale.

Pur vero che a un buon risultato ecologico, raggiunto tramite una miglior gestione delle risorse energetiche, ne dovrebbe derivare anche un certo risparmio economico per l'utilizzatore finale.

Per una corretta gestione del proprio impianto di teleriscaldamento è sempre meglio rivolgersi a centri assistenza competenti e qualificati. La Climar2 s.r.l. è in grado di intervenire con tempi rapidi e interventi economici su gli impianti di teleriscaldamento che utilizzano caldaie APV, sia a Brescia che in provincia.