Climar 2 | Asssistenza caldaie Immergas | Depurazione acqua domestica
Quando si deve accendere o spegnere il riscaldamento?

Tutti gli anni ai primi freddi, quando si abbassa la "colonnina di mercurio", si presenta l'incognita dell'accensione del riscaldamento, anche per ridurre quella percezione più alta di umidità. Esiste una data prevista per l'accensione del riscaldamento o del teleriscaldamento? Ci sono anche delle ore prestabilite nelle quali è possibile mantenere acceso il riscaldamento?

Premesso che a motivo di variabili condizioni climatiche inusuali, i Sindaci delle rispettive città possono valutare la possibilità di variare sia le date che gli orari di accensione degli impianti di riscaldamento, è doveroso sapere che la normativa del 9 gennaio 1991 stabilisce delle date a cui normalmente tutti dovrebbero attenersi.

Tutti i comuni Italiani sono stati divisi in 6 zone climatiche a motivo della differenza media della temperatura registrata durante l'anno. Brescia rientra nella zona climatica denominata con la "E", zona nella quale la legge stabilisce che l'accensione del riscaldamento e dei termosifoni, sia consentita dal 15 ottobre al 15 aprile per 14 ore al giorno (anche frazionabili ma dovrebbero essere comprese tra le ore 5 e le ore 23).

TABELLA DELLE ZONE CLIMATICHE IN ITALIA

Zona "A" Zona "B" Zona "C" Zona "D" Zona "E" Zona"F"
1/12  15/03 01/12  31/03 15/11  31/03 01/11 15/04 15/10  15/04 no limits
6 ore al giorno 8 ore al giorno 10 ore al giorno 12 ore al giorno 14 ore al giorno no limits

Ovviamente queste limitazioni non si applicano a determinate categorie di edifici come: ospedali, cliniche, case di riposo, scuole materne, alberghi, piscine e saune. Il valore massimo della temperatura nelle abitazioni non deve superare i 20°C + 2°C di tolleranza. Nella stessa zona climatica "E" sono state incluse le seguenti province: Varese, Sondrio, Pavia, Milano, Mantova, Lodi, Lecco, Cremona, Como e Bergamo.

Deroga accensione riscaldamento a Brescia ottobre 2013

Da lunedì 7 ottobre 2013 a motivo delle condizioni climatiche (l'abbassamento della temperatura oltre alle piogge e all'umidità) è possibile, grazie all'autorizzazione del sindaco di Brescia, accendere gli impianti di riscaldamento secondo le seguenti istruzioni:
  • Gli impianti termici possono essere accesi per un massimo di 7 ore giornaliere.
  • L'accensione degli impianti di riscaldamento può avvenire solo nelle ore comprese tra le 5 e le 23.
  • La temperatura massima consentita nelle abitazioni può essere fino a 20°C + 2°C di tolleranza, mentre per le attività industriali ed artigianali la temperatura non deve superare i 18°C + 2°C di tolleranza.
  • Sono esclusi dai precedenti vincoli gli edifici adibiti a ospedali, case di cura e case di riposo, scuole materne, asili nido, piscine e saune.
  • Sono inoltre esonerati dagli stessi vincoli gli impianti termici che utilizzano calore proveniente da centrali di cogenerazione con produzione combinata.

Questi limiti da rispettare hanno come solo e unico obbiettivo contenere i costi e i consumi dell'energia necessaria per alimentare gli impianti di riscaldamento pur riscaldando in anticipo, rispetto alla normativa, gli edifici in cui si vive o si lavora.